Covid-19 E TERAPIA OMOTOSSICOLOGICA

PREMESSA

Ho scritto in merito al SARS-CoV-2: “piccole mutazioni e uno Spillover invertito (uomo-visone) tuttavia sono già avvenuti. Pertanto non si può escludere del tutto una mutazione favorevole in tempi brevi che renderebbe il virus poco o affatto sensibile ai vaccini.”
In questo momento (ultimi giorni di dicembre 2020) desta preoccupazione B.1.1.7 “variante inglese” del SARS-CoV-2, più contagioso e i cui Spike presentano mutazioni.
I vaccini ad RNA (Pfizer-BioNTech, Moderna) e a vettore virale (Sputnik), inducendo una risposta immunitaria “selettiva” cioè indirizzata verso la sola proteina Spike, potrebbero risultare meno o affatto efficaci verso B.1.1.7. Potrebbero, inoltre, favorire la diffusione della variante inglese per una minore circolazione del SARS-CoV-2.
E’ inusuale la frequenza di reazioni allergiche che il vaccino Pfizer-BioNTech sta dando. Sembra essere dovuta al complesso particelle lipidiche-polietilenglicole  che avvolge l’mRNA del vaccino.
Si ritiene, infatti, che più del 60% della popolazione presenti una “qualche sensibilità” al polietilenglicole (PEG) presente in numerosi prodotti di uso abituale (shampoo, cosmetici, solventi). Al 22 dicembre i morti per COVID-19 nel mondo sono 1.694.128. Cifra ancora confortante. Per numero di decessi l’Italia è tra i primi paesi. Si dice per la presenza di più anziani, penso di più per l’adozione di misure di contenimento troppo diversificate in un territorio di estensione contenuta e buona densità di popolazione. Di certo è opportuno riaprire scuole superiori e università solo quando si avrà un più favorevole andamento epidemiologico.
Previsioni concrete al momento non sono possibili. L’unica certezza è il miglioramento che si avrà in primavera-estate. La speranza è che il virus si autolimiti, cosa possibile anche in assenza di immunità di gregge.

TERAPIA OMOTOSSICOLOGICA

Di seguito alcuni rimedi omotossicologici impiegati nelle malattie infettive virali e batteriche.

  • Aconitum-Heel compresse: impiegato nelle malattie virali dell’apparato respiratorio sia come profilassi, sia come terapia;
  • Arnica compositum compresse e fiale: azione antinfiammatoria e antivirale;
  • Arnica-Heel gocce: stimolazione immunitaria e azione antinfiammatoria. Come profilassi solitamente 10 gocce 1 volta al giorno;
  • Belladonna-Homaccord gocce e fiale: in caso di infiammazioni localizzate come tonsilliti e sinusiti;
  • Berberis-Homaccord gocce e fiale: in caso di irritazione e infiammazione del tratto urogenitale (anche da calcoli), biliare (anche da calcoli);
  • Drosera-Homaccord gocce: per la tosse da bronchite, laringite, asma, pertosse, influenza e altre forme infettive con tosse;
  • Echinacea compositum fiale: come profilassi e terapia nelle infezioni anche virali. Le fiale possono essere assunte anche per os;
  • Pulsatilla compositum fiale: attivazione delle funzioni di difesa, malattie da virus;
  • Engystol compresse e fiale: in caso di febbre di origine sconosciuta, malattie virali, bronchite, polmonite. Come profilassi delle malattie virali solitamente 1 compressa al giorno per 30/40 giorni;
  • Tonico-Injeel fiale: nella prostrazione da malattie infettive. Contiene Chininum  e Selenium;
  • Viburcol supposte: trattamento sintomatico di infezioni in lattanti e bambini. Possono essere usate anche dagli adulti;
  • Selenium compositum fiale: per la presenza di Embryo totalis suis, Placenta suis, Selenium, China, Aconitum e Arnica può essere utilmente impiegato soprattutto in termini di prevenzione specie negli anziani nella dose di 1 f i.m. alla settimana o 1 f 2 volte alla settimana per os;
  • Selenium-Homaccord gocce: pe la presenza di Selenium e Kalium phosphoricum può essere utilmente impiegato soprattutto in termini di prevenzione nella dose di 10 gocce 1 volta al giorno.